Campo progressista, a Salerno la prima assemblea provinciale

Campo progressista, a Salerno la prima assemblea provinciale. Ragosta: «proseguire sul percorso unitario per realizzare bene comune»

SALERNO. Si è svolta ieri sera nella sede dell’associazione Davvero Verdi di Salerno una prima assemblea provinciale di Campo progressista, promossa dall’on. Michele Ragosta, in vista dell’appuntamento nazionale di domenica 12 novembre all’Auditorium Antonianum di Roma dal titolo “Diversa, una proposta per l’Italia”, alla quale parteciperà una folta delegazione da Salerno.

L’assemblea, che ha visto la partecipazione numerosa di aderenti al progetto politico messo in campo da Giuliano Pisapia, ha sviluppato un’articolata ed intensa discussione sull’attuale fase politica che sta attraversando il centrosinistra.

Dalla discussione è emersa in modo chiara la volontà di dare vita ed essere partecipi di un’iniziativa politica che abbia come obiettivo la costruzione di un campo largo del centrosinistra, aperto alle forze progressiste, democratiche, cattoliche, ambientaliste e civiche, alternativo alle politiche messe in atto negli ultimi anni in Italia. Una forza che sia capace di ascoltare i territori, recependone bisogni ed esigenze, che metta al centro i temi dei diritti civili, del lavoro, dell’ambiente.

«Dalla discussione – ha commentato l’on. Ragosta – è emerso in modo chiaro l’esigenza di proseguire nella strada tracciata da Pisapia: un centrosinistra aperto, con idee nuove, che abbia un’idea chiara su come governare il Paese nei prossimi anni. Domenica a Roma metteremo la prima pietra di questo ambizioso cantiere.

La partecipazione di esponenti di primo piano del panorama politico nazionale – dai presidenti Grasso e Boldrini – sono la dimostrazione della piena apertura a tutte quelle esperienze che possono dare un contributo decisivo alla costruzione di un nuovo centrosinistra. Andiamo avanti con la strada del dialogo, mettendo da parte rancori personali e interessi di poltrona, per realizzare il bene comune».

TAG