Cani avvelenati in Costiera Amalfitana: a Tramonti muoiono tre randagi

bocconi-avvelenati

Tragedia nel Comune di Tramonti, dove tre cani randagi sono stati avvelenati da ignoti: purtroppo sono morti nell'ambulatorio veterinario di Minori

TRAMONTI. Tragedia nel Comune di Tramonti, dove tre cani randagi sono stati avvelenati da ignoti: purtroppo sono morti nell’ambulatorio veterinario di Minori.

Tre cani muoiono per avvelenamento a Tramoti: la rabbia dei cittadini

tre cani sono morti per avvelenamento nel comune di Tramonti, in Costiera Amalfitana. Dopo i casi degli animali avvelenati a Battipaglia, in provincia di Salerno continuano a verificarsi casi simili e a pagarne le spese sono stati tre randagi (in due situazioni diverse) trovati agonizzanti dai cittadini e trasportati d’urgenza presso l’ambulatorio veterinario di Minori, senza però ottenere i risultati sperati.

Come riportata “Il Vescovado”, ieri sera i primi due cani sono stati trovati agonizzati, in preda ad atroci dolori e costretti a combattere contro le conseguenze nefaste generate dalle sostanze tossiche ingerite poco prima, cioè dei pesticidi che vengono utilizzati dagli agricoltori per eliminare le lumache. Stando alle testimonianze, sembrerebbe che i conoscenti dei due animali abbiano un sospetto sugli autori del gesto, persone che non avrebbero mai sopportato la loro presenza e che di conseguenza avrebbero preparato dei bocconcini atti a ucciderli. I randagi sono morti intorno alle due di questa notte.

Come se non bastasse, poche ore dopo è stato trovato un altro cane immerso nel proprio sangue e nei propri rigetti, un’altra povera vittima che non ha resistito al dolore e così è deceduta pochi istanti dopo. I tre cani sono stati poi seppelliti dai cittadini di Tramonti e in città la rabbia è tanta nei confronti degli autori di questi omicidi.

 

 

TAG