Cronaca

Cantiere al Baia, gli ambientalisti chiedono l'accesso agli atti

SALERNO. Gli ambientalisti dell’Associazione Italia Nostra e il gruppo Facebook “Figli delle Chiancarelle” tornano nuovamente all’attacco, questa volta facendo richiesta di accesso agli atti al soprintendente Francesca Cusale e al segretario regionale del Mibact, al fine ultimo di ricevere informazioni riguarda la costruzione di cemento che si sta realizzando presso il costone roccioso a ridosso della spaggia dell’Hotel Baia.

Stando a quanto riporta il quotidiano “La Città”, all’interno della richiesta si legge che, all’interno dei siti dei due movimenti di protesta salernitana, giungono numerose segnalazioni di post dove all’interno risiedono delle immagini di mastodontiche strutture, munite di luci  laterali e costruite interamente in cemento armato che, partendo dall’arenile salgono lungo il costone su cui è collocato il Lloyd’s Baia hotel. Una volta fatta notare queste segnalazioni, gli ambientalisti chiedono dunque quale sia la destinazione d’uso dei locali che si stanno realizzando e quale sarà la conformazione finale che avrà il progetto, di cui al momento, non non se ne sa nulla.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button