Senza categoria

Caos e traffico da incubo dopo l'apertura del Centro "Le Cotoniere"

SALERNO. Fratte, a volte ritornano…gli imbuti.

Quella che, fino a qualche anno fa è stata la zona più trafficata del Capoluogo campano, torna a far parlare di sé per l’infausto “record”.

Le Cotoniere ha funto da vera e propria macchina del tempo che ha catapultato la summenzionata zona almeno dieci anni addietro (prima che il viadotto Grancano fosse amplificato, per intenderci.)

Perché le promozioni proposte dal nuovo centro commerciale, specialmente in fatto di elettronica, hanno attirato decine e decine di famiglie che, desiderose di accaparrarsi i nuovi prodotti a buon prezzo, si sono trovate imbottigliate in un ingorgo stradale senza precedenti.

Ore ed ore di coda per percorrere pochi chilometri e giungere sul posto, con la speranza di trovare parcheggio (pur essendo 2.750, i posti potrebbero risultare insufficienti) e la certezza di dover affrontare un’altra lunga ed esasperante fila per entrare in un negozio.

Complici del disagio, i mancati lavori per ampliare il raccordo Salerno – Avellino.

Interrogato in proposito, l’assessore alla Mobilità Mimmo De Maio ha asserito che, nelle giornate dei martedì e mercoledì, gli ingorghi sono stati causati principalmente da incidenti avvenuti sullo stesso raccordo e che, in ogni caso, ha già convocato i membri del direttivo del Le Cotoniere per convenire ad una soluzione.

L’assessore De Maio conclude consigliando all’utenza di raggiungere il centro commerciale tramite mezzi alternativi come ad esempio il treno.

«Prendendo la linea Salerno – Mercato San Severino e scendendo alla fermata di Fratte, spiega, c’è la possibilità di raggiungere il punto in meno di dieci minuti, evitando così d’imbattersi nel tremendo imbuto d’auto apparentemente infinito».

 

Fonte: La Città

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button