Cronaca

Capaccio, arrestato un 32enne extracomunitario

CAPACCIO. Ieri sera un extracomunitario 32enne  M.B, che alloggiava presso il centro di prima accoglienza “El Pueblo” in località Santa Venere, è stato arrestato dai carabinieri di Capaccio Scalo diretti dal luogotenente Serafino Palumbo.

L’uomo, originario del Gambia, ha tentato di accoltellare il titolare del centro Giuseppe Leone, che era intervenuto per sedare una rissa tra l’extracomunitario ed altri migranti ospiti dell’ex villaggio turistico in via Hera.

Quest’ultimo era stato convertito in centro di prima accoglienza per profughi, regolarmente autorizzato e tra i meglio gestiti della provincia di Salerno.

Alla base della lite, il trasferimento in una struttura specializzata a Napoli del 32enne, che soffre di problemi di acoolismo. Per un mese era stato accompagnato tutti i giorni dal personale del centro di Capaccio al Sert di Agropoli per curarsi, e la situazione sembrava essersi migliorata.

Ieri sera però il 32 enne è rientrato a “El Pueblo” in stato di ubriachezza e con una birra in mano, cosa assolutamente vietata nei centri di prima accoglienza.

Preso dagli effetti del alcool ha iniziato a pestare altri connazionali. Il titolare della struttura, accortosi del fatto, ha allertato i carabinieri. A quel punto M.B ha afferrato il coltello da cucina con fare minaccioso contro Leone il quale, fortunatamente, non ha riportato alcuna ferita.

L’uomo è stato ammanettato e trasferito presso le camere di sicurezza della Compagnia di Agropoli, coordinata dal Capitano Giulio Presutti che era presente sul posto per riportare la calma ed arrestare il Gambiano insieme ai militari nell’arma di Capaccio Scalo

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button