Cronaca

Capaccio, cosparse la sua auto di benzina dandosi fuoco: è morto

CAPACCIO. L’uomo di 71 anni Corrado Acerbi, che il 29 settembre scorso tentò di togliersi la vita cospargendo l’auto di benzina con egli all’interno, è morto.

Il fatto successe  in contrada Spinazzo a Capaccio. Le ustioni riportate su gran parte del corpo erano troppo gravi a tal punto di non lasciargli scampo.

 L’uomo era ricoverato nel centro grandi ustioni dell’ospedale Antonio Perrinodi” Brindisi, in Puglia. Il giardiniere, secondo la ricostruzione degli inquirenti giunti sul posto allertati dalla colonna di fumo nero che si alzava dall’auto, tentò di togliersi la vita incendiando la propria Renault Clio dopo averla cosparsa di benzina.

Fu un agente di Polizia ferroviario ad intervenire per primo sul posto, e raccontò di aver visto il 71enne rotolare sull’erba. Giunsero sul posto poi i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Eboli, i Carabinieri di Agropoli e Capaccio e i Vigili Urbani di Capaccio.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio