Cronaca

Capaccio Paestum, il caso del bimbo ustionato: arriva la replica della ditta

CAPACCIO PAESTUM. Novità in merito alla vicenda del bambino ustionato sullo scuolabus. Arriva la risposta della ditta Astore.

L’accaduto ha suscitato grande scalpore e malcontento in tutta la cittadina, alcune fazioni politiche come il Movimento 5 Stelle si sono scagliate a spada tratta contro la ditta, accusandola di esser stata poco curante del corretto funzionamento dei trasporti.

La risposta, però, non si è fatta attendere: Carmine Astore, della ditta Astore Autobus, ha replicato sottolineando come l’autista abbia fatto il suo dovere «avvisando tempestivamente i soccorsi» e di come la ditta stessa sia avulsa da ogni responsabilità in quanto «il tubo con cui il bambino si è ustionato era stato precedentemente manomesso, forse da un altro autista» giacché, a detta dello stesso Astore, l’autobus appartiene al comune. 

Il caso ha visto anche l’intervento dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Donatella Pannullo che, presa coscienza dell’accaduto, si è recata in prima persona a sincerarsi delle condizioni del giovanissimo malcapitato. L’assessore ha poi promesso che «episodi del genere non devono assolutamente ripetersi» e per questo «ci saranno lavori di collaudo sui mezzi di trasporto che si incaricano dei trasporti scolastici».

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button