Cronaca

Capaccio Paestum, nonna uccisa dalla nipote: i dubbi degli inquirenti

Ci si chiede ancora quale sia stata la causa del litigio

Proseguono le indagini sull’omicidio di Gilda Candreva, uccisa dalla nipote nella sua casa di Capaccio Paestum. È passato un mese dal delitto di via Tavernelle e vanno avanti le indagini per far luce su quanto accaduto lo scorso 7 novembre come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Nonna uccisa dalla nipote a Capaccio: nuovo sopralluogo in casa

Restano molti punti interrogativi sul delitto che ha visto la nipote, di appena 16 anni, uccidere la nonna con diverse coltellate di cui alcune alla schiena. Inizialmente rinchiusa a Nisida, ora la minore si trova presso una comunità protetta a Napoli. Nelle scorse ore il magistrato ed i carabinieri del Sis di Salerno hanno effettuato un nuovo sopralluogo sul luogo del delitto, al fine di raccogliere ulteriori elementi utili alle indagini.

I dubbi

Un mese dopo l’atroce delitto, ci si chiede ancora quale sia stata la causa del litigio tra nonna e nipote, e perché la situazione è degenerata fino a spingere la ragazza ad infliggere alla 76enne ben otto coltellate, uccidendola. Nei confronti della giovane l’accusa è di omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dal legame di stretta parentela con la vittima.

Articoli correlati

Back to top button