Capaccio Paestum, tomba aperta al cimitero: l’indignazione degli utenti

cimitero

Al cimitero di Capaccio Paestum monta l'indignazione per una bara lasciata aperta: l'odore nauseabondo ha costretto le forze dell'ordine a intervenire

CAPACCIO PAESTUM. Al cimitero di Capaccio Paestum monta l’indignazione per una tomba lasciata aperta: l’odore nauseabondo e la lastre di marmo rilasciate a terra hanno costretto le forze dell’ordine a intervenire.

Tomba aperta, marmo riversato a terra e odore nauseabondo: indignazione al cimitero di Capaccio Paestum

Spiacevole episodio quello verificatosi al cimitero di Capaccio Paestum, dove è stata scoperta una tomba aperta che ha suscitato non poca indignazione da parte dei visitatori.

Stando alle ricostruzioni del caso, dalla tomba erano percettibili gli abiti della persona defunta al suo interno e un odore sgradevole. Come se non bastasse, la copertura è risultata distrutta, con molte lastre di marmo lasciate per terra, provocando non pochi rischi per i passanti.

Il disappunto è stato tale da indurre i vigili urbani e dei carabinieri che hanno effettuato un sopralluogo del cimitero e hanno riscontrato elementi di reato, come la violazione di sepolcro. 

Dai primi riscontri, sembrerebbe che la tomba sia stata lasciata in abbandono a seguito di un’operazione di riesumazione da tre operai della Paistom, qualificati però per il mantenimento del decoro e verde pubblico, non per eseguire operazioni così delicate e tali da offendere la memoria dei defunti.


Fonte: Stile Tv

TAG