Cronaca

Capaccio Paestum, madre e figli occupano bene confiscato alla camorra: scatta la denuncia

A Capaccio Paestum, una madre e i figli hanno occupato abusivamente un bene confiscato alla camorra: la donna è stata denunciata per un allaccio abusivo dell’acqua.

Donna denunciata a Capaccio Paestum

Una donna è stata denunciata dalla Polizia Locale di Capaccio Paestum per aver occupato, insieme ai tre figli, una villa confiscata alla camorra e aver creato un allaccio abusivo per usufruire dell’erogazione dell’acqua.

La scoperta è stata fatta anche in seguito alle indagini del Consorzio di Bonifico sinistra Sele di Paestum. L’allaccio intanto è stato chiuso ma bisogna fronteggiare il fatto che la donna ha effettuato dei lavori all’interno del bene occupato abusivamente. Tuttavia, nonostante i reati contestati, non è stato eseguito lo sfratto della famiglia dato che la donna vive insieme ai tre figli.

Adesso la vicenda dovrà finire nella mani dei servizi sociali che dovranno capire come muoversi per risolvere la situazione.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button