Cronaca

Capaccio: pugno duro dell'amministrazione Palumbo contro gli stranieri illegali

CAPACCIO PAESTUM. Pugno duro dell’amministrazione Palumbo contro gli immigrati che vivono a Capaccio Paestum illegalmente. Secondo quanto riporta La Città i controlli sono partiti già nei giorni scorsi, l’obiettivo è quello di accertare che i permessi di soggiorno siano regolari, così come il rinnovo degli stessi. Verifiche a tappeto che comprendono ben 1075 documenti.

Il censimento è effettuato dall’Area 2 del Comune di Capaccio. Essendo il permesso legato alla residenza nel caso un extracomunitario non ottenesse il rinnovo verrebbe meno anche quest’ultima. La cancellazione può avvenire tramite irreperibilità e viene comunicata alla prefettura. Ottenuta la residenza e il documento, molti stranieri lasciano il territorio.

Gli accertamenti sulla documentazione e sulle dichiarazioni degli stranieri vengono effettuati a tappeto dalla polizia municipale. Solo a quel punto, dopo aver verificato tutto, si ottiene la carta di identità, dopo un periodo di 45 giorni.

Il pugno duro nasce dal fatto che però, dopo aver ottenuto i documenti, la maggior parte degli immigrati si rende irreperibile o sparisce, come dimostrato di numerosi provvedimenti di cancellazione dell’anagrafe. Con i documenti in mano, però, nel frattempo gli stessi hanno già rinnovato il permesso o fatto arrivare in italia il proprio congiunto. Cancellato il documento, però, diventano così entrambi irregolari.

Solo nel 2017 sono già stati cancellati per irreperibilità 184 extracomunitari, 162 nel 2016.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button