Cronaca

Capaccio: scompare dopo visita in ospedale, organizzata task force

CAPACCIO PAESTUM. Task force alla ricerca del residente inglese scomparso a Capaccio Paestum. Michael Mac Manus, 70enne, è scomparso mercoledì scorso, dopo essere stato dimesso dal “San Luca” di Vallo della Lucania.

Dalla mattinata di oggi una squadra di ricerca ha iniziato a battere tutto il territorio comunale, coordinata dalla compagnia dei carabinieri di Agropoli. In campo anche le gazzelle di Agropoli, Capaccio Scalo, Capaccio Capoluogo e Castellabate, oltre che l’unità per la tutela forestale di Foce Sele. Anche le Fiamme gialle di Agropoli in azione, insieme alla guardia costiera. Anche i caschi rossi del distaccamento di Eboli sul posto, insieme ai vigili urbani di Capaccio Paestum ed ai volontari della protezione civile di Gromola.

Il 70enne inglese da diversi anni risiedeva in località Licinella, dove conviveva con la compagna, originaria del posto, e la figlia di lei. Dopo essere stato dimesso dal presidio ospedaliero di Vallo l’uomo sarebbe dovuto tornare a casa a bordo di un treno. Poi la scomparsa. L’ultimo avvistamento è nei pressi della stazione ferroviaria di Paestum.

Non è ritornato, il telefono squilla ma nessuno risponde. L’apparecchio è stato trovato due giorni dopo in località Spinazzo, ma di Michael Mac Manus nessuna traccia. La figlia, Frankie, che vive a Dublino, ha avvertito l’ambasciata inglese dell’accaduto. Anche l’Interpol partecipa alle indagini.

Articoli correlati

Back to top button