Capo della polizia al Papa: «La minaccia jihadista sulla Santa Sede è incombente»

È con queste parole che il capo della polizia Franco Gabrielli ha salutato il Papa

«Gli uomini e le donne della polizia di Stato, che concorrono alla sua sicurezza, continueranno a garantire la sicurezza di questa sede santa e della sua persona e di questa straordinaria grande città di Roma, sede della cristianità, che dalla propaganda terroristica e jihadista è portata a simbolo da colpire».

Capo della polizia al Papa: le parole

È con queste parole che il capo della polizia Franco Gabrielli ha salutato il Papa e ha aggiunto: «Questi tempi trascorsi non ci convincono dell’ineluttabiltà degli eventi, del fatto che la minaccia sia passata.

La minaccia è incombente ma gli uomini e le donne della polizia sapranno fare argine a tutto quanto di male è intorno a noi».

TAG