Cronaca

In carcere per aver ucciso l’amante, picchiato da tre detenuti: il caso

Il 36enne fu condannato a 25 anni di reclusione per l'omicidio di Luana Rainone

È stato picchiato in carcere N.D.L., in cella per aver ucciso l’amante. Il 36enne di Angri sarebbe stato aggredito in carcere da tre detenuti nel 2021. I tre, per motivi ancora da chiarire, non erano nella sua cella e pestarono l’uomo che rimediò diverse lesioni e due denti rotti come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Angri, in carcere per aver ucciso l’amante viene picchiato: il processo

In occasione dell’interrogatorio durante la fase d’indagine, il 36enne avrebbe spiegato di essere stato accusato di una “spiata”. Ad ogni modo, si tratterebbe di una circostanza completamente infondata. Tre persone del Napoletano lo aggredirono e ora, insieme alla vittima del pestaggio, dovranno difendersi in un processo presso il tribunale di Salerno con l’accusa di rissa.

L’omicidio dell’amante

Il 36enne fu condannato a 25 anni di reclusione per l’omicidio di Luana Rainone, 31enne di Sarno uccisa con una coltellata. Era la sua amante e la uccise al culmine di un litigio avvenuto all’interno di un casolare di Poggiomarino. Il corpo della donna fu trovato sotterrato, nei pressi di quell’abitazione, dopo che il marito ne aveva denunciato la scomparsa.

Articoli correlati

Back to top button