Cronaca

Cariello arrestato, spunta l’intercettazione al bar Jolly registrata da uno spyware

Spunta l’intercettazione ottenuta grazie ad uno spyware tra Cariello Francesco Sorrentino. È un altro dettaglio della vicenda che ha portato il sindaco di Eboli agli arresti domiciliari per diverse accuse tra cui quella di corruzione.

Cariello e l’intercettazione con Sorrentino ottenuta con uno spyware

Come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino nell’articolo a firma di Petronilla Carillo, la discussione tra il sindaco di Eboli e il direttore del I Settore Area amministrativa del Comune di Cava de’ Tirreni, è andata in scena al bar Jolly di Eboli il 26 novembre del 2019. Un incontro durante il quale i due interlocutori parlano di una raccomandazione per un concorso indetto dal Comune di Cava de’ Tirreni. 

“Devo parlare con Vincenzo?” chiede Cariello riferendosi a Servalli, sindaco della cittadina metelliana. Sorrentino risponde: “Vincenzo già tiene l’elenco suo. Fai fare a me”. Come emerso dalle indagini, Sorrentino avrebbe fornito a Cariello le quattro domande previste all’esame per agevolare Marzia La Brocca, figlia di Giuseppe, consigliere comunale di Eboli.

La Guardia di Finanza ha anche registrato anche la richiesta di Sorrentino, ovvero impedire che Salvatore Memoli diventasse presidente del Consiglio di amministrazione del Consorzio farmaceutico. Cariello avrebbe potuto farlo facendo parte dell’assemblea dei sindaci. Sorrentino definisce Memoli “un guastatore” e Cariello aggiunge: “Sono contrarissimo, non esiste proprio: lo conosco bene, è un cretino e un isterico”. Sorrentino gli fa eco: “Vuole andare in quota a Salerno, anche Servalli è contrario”. 

Il dialogo tra Cariello e Sorrentino

Durante la discussione i due si accordano sul fatto di non parlare della vicenda al telefono. Sorrentino ribadisce: “Mi sono preso in carico quella cosa che mi hai detto, pigliati in carico la mia sorte. Ti ricordi la questione delle giacenze, mo’ stiamo facendo il controllo del magazzino per il bilancio… io.. il presidente del Cda… questa è la lettera… Bruno come ha detto si faceva… facciamo gli inventari e saniamo tutti gli imbrogli che ci stanno, però dopo un mese vogliamo fare un secondo inventario e in quella sede se c’è una differenza… possiamo farla così? o crea un altro casino? io ho paura .. trattenuti … io i controlli li faccio ma senza trattenute, però questa…2.

Cariello risponde: “Facciamo una riunione perché questo è un atto importante. A noi ci mancano molti farmacisti attualmente… concorso per farmacisti. A me manca il direttore tecnico .. tu hai ad Eboli… come si chiama la moglie di Vito”. A quel punto vengono fatti i nomi di due farmaciste ma Cariello sottolinea di tenere di più ad una delle due rilanciando un altro “raccomandato”.

Articoli correlati

Back to top button