Senza categoria

Caso centro Juventus, Scognamiglio e Borrelli: “Preoccupante il silenzio dell’Asl”

VIBONATI. “Nessun passo in avanti per il Centro Juventus di Vibonati. Nonostante le numerose proteste, messe in atto dalle famiglie del Comitato, l’Asl di Salerno continua a rimanere inspiegabilmente in silenzio. Perchè Squillante non convoca, così come richiesto dall’On. Anna Petrone, la Proprietà, il Comitato ‘Il Centro Juventus Non Si Chiude’ , i Lavoratori e i Sindaci del Territorio ?”. Lo dichiarano, attraverso una nota, i Consiglieri Comunali di Vibonati, Giovanni Scognamiglio e Manuel Borrelli, che intervengono così in merito alla nota vicenda della paventata chiusura del Centro di Riabilitazione di Vibonati.
“L’unica certezza, ad oggi, è che la Proprietà del Centro sospenderà qualsiasi attività il prossimo 30 Gennaio. E’ davvero inaccettabile l’atteggiamento assunto dall’Azienda Sanitaria di Via Nizza che, oltre a non aver ancora trovato una soluzione praticabile per evitare gravi disagi ai pazienti, sta assumendo un atteggiamento poco chiaro che non contribuirà a restituire serenità alle Famiglie e all’intera comunità del Golfo di Policastro. Siamo fortemente preoccupati-continuano Scognamiglio e Borrelli- per questo continuo ed estenuante scaricabarile e crediamo che vada data una risposta certa e definitiva alle tante Mamme che, nei giorni scorsi, hanno pacificamente manifestato tra le strade del Centro Storico di Vibonati e occupato i locali del distretto sanitario della città della Spigolatrice”, dicono ancora i due Consiglieri.
E, concludono: “Squillante dia seguito alla richiesta della Petrone e convochi immediatamente un tavolo istituzionale per scongiurare che i 70 pazienti del centro in questione si ritrovino a breve senza alcuna forma di assistenza”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button