Castel San Giorgio, aule fredde a scuola: scoppia la protesta delle mamme

castel-san-giorgio-aule-fredde-scuola-protesta

Castel San Giorgio, aule fredde presso la scuola Rita Levi Montalcini: scoppia la protesta delle mamme. Chiesto il potenziamento dei riscaldamenti

Castel San Giorgio, aule fredde presso la scuola Rita Levi Montalcini: scoppia la protesta delle mamme. Chiesto il potenziamento dei riscaldamenti.

Scuola fredda a Castel San Giorgio: chiesti i potenziamenti

Mamme in protesta a Castel San Giorgio: alla base delle loro lamentele ci sarebbe il fatto che i proprio figli andrebbero a scuola trovando le aule fredde. La scuola in questione è l’Istituto comprensivo statale Rita Levi Montalcini.

Da quando, il 7 gennaio, i bambini sono rientrati in classe, le aule sarebbero sempre fredde perché i bidelli avrebbero avuto la disposizione di accendere le caldaie poco prima delle 8,00 quando vengono ad aprire la scuola per permettere l’arrivo degli studenti.

Per questo motivo, è stato chiesto di fare anticipare l’accensione a partire dalle ore 7 del mattino in modo che le classi possano cominciare a riscaldarsi prima dell’entrata degli alunni. Tuttavia, la cosa sembra difficile concretizzarsi visto che la risoluzione del problema si sarebbe trasformato in un autentico passaggio del testimone tra la dirigenza scolastica e il Comune, e viceversa.

Le madri dei ragazzini si vederebbero dunque costrette a fare indossare una maglia in più ai figli per evitare che si ammalino, anche se la preoccupazione resta.

Anche lo scorso anno al ritorno a scuola dalle vacanze natalizie si sarebbe registrato lo stesso problema. È stato chiesto di dotare le caldaie di un sistema automatico di accensione, il cui congegno costa pochi euro. Le mamme si sarebbero dichiarate disponibili ad autotassarsi per comprare tale congegno ma la proposta non sarebbe stata accettata dalla dirigente scolastica, almeno per il momento.

TAG