Cronaca

Castel San Giorgio, errori nell'inchiesta sull'assenteismo

CASTEL SAN GIORGIO. L’indagine sull’assenteismo di dodici dipendenti comunali a Castel San Giorgio presenta delle falle e sei dipendenti comunali sono stati reintegrati al loro posto di lavoro.

Il gip di Nocera Inferiore, Alfonso Scermino, ha portato ad escludere indizi di colpevolezza per almeno sei dipendenti sui 12 indagati in totale. Le ragioni sono essenzialmente due: la procura non avrebbe tenuto conto della presenza di altre quattro sedi comunali, che rappresentano un buon 60 per cento dell’attività, e delle postazioni per marcare il badge presenti presso le stesse. I dipendenti reintegrati alle loro mansioni non si stavano assentando quando i carabinieri annotavano i loro movimenti sulle informative, bensì, si recavano al lavoro.

La sospensione per un anno inizialmente ottenuta dalla procura è stata revocata per Michele Iannaco, Rocco Capaldo, Raimondo Forte, Gerardo Menichini, Mario Zappullo e Sergio Oliva.

L’attività investigativa non è al momento ancora conclusa. Il sostituto procuratore Roberto Lenza lavora da settimane su nuovi riscontri, ma al momento l’indagine è di fatto ridimensionata.

Articoli correlati

Back to top button