Cronaca

Castiglione, prova ad uccidere la ex compagna davanti ai figli: condannato

È stato condannato a 8 anni e 10 mesi di reclusione un 31enne salernitano

È stato condannato a 8 anni e 10 mesi di reclusione per aver provato ad uccidere la ex compagna davanti ai figli in quel di Castiglione del Genovesi. Il 31enne salernitano C.P. lo scorso accoltellò l’ex più volte davanti ai figli, provando ad ucciderla. Al termine del rito abbreviato, come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, il gup Gerardina Romaniello del Tribunale di Salerno lo ha condannato a 8 anni e 10 mesi di reclusione.

Castiglione, prova ad uccidere la ex compagna davanti ai figli: condannato

Accusato di tentato omicidio aggravato, C.P. è stato anche interdetto in perpetuo dai pubblici uffici e condannato al risarcimento del danno in favore delle costituite parti civili, da liquidarsi in separata sede, e al pagamento come provvisionale di 5mila euro in favore di ciascuna di esse oltre le spese legali.

I fatti risalgono al pomeriggio dello scorso 11 giugno, quando la donna scese dall’autobus lungo la provinciale Calvanico a Castiglione del Genovesi. Ad attenderla c’era l’ex compagno, armato di un coltello a serramanico di grosse dimensioni con il quale colpì la donna dodici volte, in varie parti del corpo, il tutto sotto gli occhi dei figli della vittima che in quel periodo era domiciliata presso una comunità, insieme ai bambini, in seguito alla denuncia che aveva presentato nei confronti di C.P. per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

I soccorsi

All’uomo era stato anche applicato il divieto di avvicinamento un anno prima, ma questo non gli impedì di raggiungere l’ex convivente, quasi uccidendola. Sul posto si precipitarono i carabinieri i quali sentirono un’educatrice della comunità che raccontò di essere stata contattata telefonicamente dalla vittima.

Articoli correlati

Back to top button