Cronaca

Causa danni permanenti dopo un’operazione: anestesista a processo

Un anestesista dell’ospedale Ruggi di Salerno finisce a processo, per i danni permanenti provocati a un ragazzino di 11 anni, a margine di un’operazione di appendicectomia.

Anestesista a processo: provocò danni permanenti dopo un’operazione

La vicenda è raccontata dal quotidiano Il Mattino. Il ragazzino fu operato nel 2015 e fu necessaria un’intubazione per portare a termine l’intervento. Secondo l’accusa, l’anestesista avrebbe provocato lacerazioni e una lesione alla glottide durante l’estubazione. L’uomo è ritenuto colpevole di imperizia e negligenza.

Il ragazzo, che ha 14 anni, è costretto da allora a convivere con forti problemi alle vie respiratorie, che lo hanno costretto a smettere di praticare sport. Nonostante una terapia continua a base di cortisone, il ragazzino è spesso costretto a recarsi al Pronto Soccorso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button