Eventi e cultura

Cava, 44°”Disfida dei Trombonieri”: fondi dal Ministro dei beni culturali

CAVA DE’ TIRRENI. Ci troviamo a metà gennaio, è in città già si parla della 44° edizione de’ la Disfida dei Trombonieri. Un evento importante, capace di richiamare migliaia di avventori in città nel periodo estivo.

La manifestazione

Lo scopo di questa manifestazione, è quello di ricordare Ferrante I d’Aragona, che all’epoca, regnava sui territori di Napoli. Effettivamente nel corso di una battaglia in località Foce di Sarno, per una errata manovra fu accerchiato dagli Angioini ma grazie alle genti d’arme Cavote riuscì a scappare verso Napoli. Secondo alcuni storici non vi è nessuna prova di tale episodio, ne tanto meno della partecipazione dei Cavesi alla battaglia, secondo altri l’evento è veramente accaduto.

Per l’anno 2018, l’amministrazione ha deciso di candidare la disfida al fondo nazionale per le rievocazioni storiche. Stabilito dal ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBAC), per tale occasione l’assessorato ai grandi eventi, retto dal vicesindaco Enrico Polichetti, ha stilato un dettagliato progetto in collaborazione con l’ATSC (Associazione Trombonieri Sbandieratori e Cavalieri), promotore dell’evento, e con la partecipazione straordinaria dell’Ente Montecastello.

Le novità

Tra le novità della 44°esima edizione, oltre alla “Benedizione dei Trombonieri” che si terrà durante i festeggiamenti in onore del S.S. Sacramento in piazza Vittorio Emanuele III (piazza Duomo), oltre alla citata Disfida avrà luogo, invece il 30 giugno, anche una rievocazione dei “guasti” (i danni auto inflitti dai cavesi alle proprie coltivazioni nel 1460 per non cedere ai ricatti dei nemici angioini).

 Nel caso in cui il progetto del Ministero venga approvato, oltre ai 32 mila euro stanziati dall’amministrazione comunale la cifra potrebbe aumentare a 64 mila euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button