Eventi e cultura

Cava, arriva Blind Pottery Light. L’Essenziale è invisibile agli occhi

CAVA DE’ TIRRENI. La Mostra Blind Pottery Light, quest’anno alla terza edizione.

L’idea progettuale di base è di rendere fruibile, a livello sensoriale, qualsiasi opera d’arte; si è cominciato dalla riproduzione in ceramica delle Luci d’Artista fino a giungere, quest’anno, alla realizzazione di tavole rappresentanti Il Piccolo Principe, divenuto un’icona pop, un esempio di quanto sia importante nella vita essere curiosi e avere sete di conoscenza, e di quanto sia importante “vedere col cuore”.

Il sottotitolo della Mostra L’Essenziale è invisibile agli occhi centra in pieno il tema che l’ideatore e curatore, Stefano Esposito, vuole esprimere, cioè “la saggezza di chi guarda le cose con occhi puri, la voce dei sentimenti che parla la lingua universale, e una sincera e naturale voglia di autenticità.

Perché la bellezza, quando non è filtrata dai pregiudizi, riesce ad arrivare fino al cuore dei bambini, ma anche a quello degli adulti che hanno perso la capacità di ascoltare davvero”.

Curare un percorso tattile narrativo è il fine ultimo, oltre alla lettura di testi in braille, le persone non vedenti e ipovedenti, avranno la possibilità di “accarezzare” 5 delle più famose illustrazioni originali di Antoine de Saint-Exupery.

La IIIª Edizione della Mostra Blind Pottery Light, si ispira anche alla rappresentazione teatrale de Il piccolo principe portata in scena da Gaetano Stella, la sera del Primo Settembre tra i Templi di Paestum.

Le Tavole sono realizzate dell’Associazione Clio Art di Salerno, che organizza laboratori plastici e che inoltre, ha realizzato un percorso tattile, affisso sulle pareti esterne dell’Istituto Santa Caterina di Salerno.

La tecnica maggiormente usata da Clio Art su ceramica, è quella dello spolvero, dove una volta riprodotto il disegno, con appositi strumenti, quali mirette e scavini, esso diventa un bassorilievo; tecnica che sta consentendo ai ragazzi disabili dell’Associazione diversamente abili A.N.A.I.M.A (Associazione Nazionale Assistenza Invalidi e Meno Abbienti) di Cava de’Tirreni, di imparare a lavorare la ceramica in modo diverso, divenendo dei veri e propri artisti.

L’evento è patrocinato dall’Associazione Donation Italia, dal Comune di Salerno – Pagina ufficiale dell’Ente, dalla Rete dei Giovani per Salerno, Associazione Aquilartes (L’Aquila),

Associazione Anaima di Cava, il Centro Te.Ri. di Cava de Tirreni, l’Eco Bistrot Salerno, Unione Ciechi Sez. di Salerno.

La mostra sarà ospite dell’Associazione A.N.A.I.M.A. in via Gino Palumbo 19 di Cava de’Tirreni (SA), dal 18 dicembre 2017 al 4 gennaio 2018 (escluso il sabato, la domenica e i festivi).

Articoli correlati

Back to top button