Cava De Tirreni: l’addio al “cavaliere pirotecnico” Vincenzo Senatore

L'uomo si è spento sabato, all'età di 85 anni. Molto conosciuto in città e in costiera per gli spettacoli di fuochi pirotecnici da terra e da mare

CAVA DE’ TIRRENI. Si sono tenuti ieri mattina, presso la chiesa di San Michele Arcangelo, i funerali di Vincenzo Senatore , il “Cavaliere pirotecnico” noto ai più come “Zi’ Vicienz”. L’uomo si è spento sabato pomeriggio, all’età di 85 anni, nella sua abitazione di via Contrapone.

Molto conosciuto in città e in costiera amalfitana per gli spettacoli di fuochi pirotecnici da terra e da mare che sin dal 1965 l’hanno reso famoso su tutto il territorio nazionale e in particolare ad Atrani dove era acclamato per il contributo spettacolare che i suoi fuochi davano durante i festeggiamenti in onore di Santa Maria Maddalena o in occasione del Santo Natale.

La passione di Vincenzo nasce all’età di 13 anni quando inizia a manipolare le polveri da sparo presso i più rinomati laboratori di artificio dell’epoca, contro il volere del padre. Un’arte non certo facile ma di cui lui era un appassionato conoscitore.

L’omaggio al Cavaliere pirotecnico

Ieri mattina in tanti hanno reso omaggio a “Zi’ Vicienz”, primi fra tutti i familiari, tra cui la moglie Vincenza, i figli Carmine, Giuseppe e Antonio. Non sono mancati nei giorni scorsi attestati di stima da parte di coloro che hanno appreso da lui le basi dell’arte pirotecnica: “Impossibile dimenticare i momenti vissuti insieme per ben 18 anni tra polveri, risate e grandi mangiate”, scrivono “Gli amici dei fuochi” di Vibonati. “Una stella in più nel cielo, lo stesso che grazie alla sua invidiabile maestria si è dipinto dei colori più belli”.

 

TAG