Cronaca

Cava de’ Tirreni, armi e droga in casa: tre fratelli a processo

Armi, munizioni e piante di marijuana in casa:  tre fratelli di Cava de’ Tirreni finiscono a processo per volere della Procura di Nocera Inferiore, con la formula del rito immediato. Si tratta di Mauro, Christian e Carmine Santoriello, di 42, 45 e 31 anni. I tre sono stati sorpresi il 31 maggio scorso dalla polizia al termine di un blitz che culminò con una serie di sequestri.

Tre fratelli di Cava a processo: armi e droga in casa

In casa furono trovati 4 bossoli di una calibro 44 magnum, una scatola con dentro del denaro suddiviso in banconote di piccolo e grande taglio, per un ammontare di oltre settemila euro, 135 cartucce per un fucile calibro 12, pallini e altri proiettili di vari calibri e marche, 89 inneschi per cartucce da fucile e una carabina ad aria compressa. La polizia si spinse oltre, fino ad un terreno adiacente all’abitazione, dove trovò una serra artigianale di 60 metri, nascosta dalla fitta vegetazione, al cui interno vi erano 20 piante di marijuana dall’altezza di circa 1,50 metri, altre 30 dell’altezza di 50 centimetri e ulteriori 10 in stato di germoglio.

Il sequestro

In un rudere furono infine sequestrati un fucile di marca franchi calibro 12, risultato rubato, 2 cartucciere e 95 cartucce per fucile calibro 12 a pallini e pallettoni.

Leggi anche:

Cava, armi e droga in casa

Articoli correlati

Back to top button