Crisi Maccaferri, la fabbrica di sigari a Cava de’ Tirreni a rischio

sigaro-cava

La fabbrica di sigari a Cava de' Tirreni è in crisi. C'è grande preoccupazione in città per la svendita di un tesoro inestimabile

La fabbrica di sigari a Cava de’ Tirreni è in crisi. Preoccupazione in città per la svendita di un tesoro inestimabile, che da secoli caratterizza la realtà industriale metelliana, con la realizzazione della maggior parte dei sigari italiani.

Fabbrica di sigari a Cava de’ Tirreni a rischio

A innescare i rumors relativi a una possibile cessione, ipotesi peraltro tuttora non confermata, è la difficile situazione che sta attraversando la holding del gruppo Maccaferri, con possibili ripercussioni sulla partecipazione alla Manifatture Sigaro Toscano.

Un rischio legato alla delicata situazione finanziaria della Seci, con un debito che ammonta a svariate centinaia di milioni di euro e un procedimento giudiziario in corso, con la concreta possibilità che i rapporti tra i soci diventino complicati, e ciò si ripercuota sulla partecipazione e gestione di Mst.

TAG