Cava de’ Tirreni, insulti al giornalista Adriano Rescigno: il Sugc pretende le scuse del sindaco Servalli

insulti-giornalista-servalli

Insulti al giornalista Adriano Rescigno: il Sugc chiede le immediate scuse da parte del sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli

Insulti al giornalista Adriano Rescigno: il Sugc monta su tutte le furie e chiede le immediate scuse da parte del sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli.

Insulti di Servalli al giornalista: il caso a Cava de’ Tirreni

“Utile idiota”: queste sarebbero le parole che il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli, avrebbe rivolto ad Adriano Rescigno, giornalista del quotidiano “Le Cronache”.

In seguito all’episodio, il Sugc ha diramato una nota, attraverso la quale chiede al primo cittadino cavese di chiedere scusa per le parole rivolte al giornalista. Ecco quanto segue:

“Il Sindacato unitario dei giornalisti della Campania apprende con sorpresa delle esternazioni del sindaco di Cava deTirreni, Vincenzo Servalli, che durante una trasmissione televisiva ha definito “utile idiota” il giornalista Adriano Rescigno di Le Cronache del Salernitano. Al sindaco Servalli il Sugc ricorda che l’ordinamento offre più strumenti legittimi per formulare precisazioni e chiedere la rettifica di una notizia qualora la si ritenga errata; ciò che invece non è consentito è l’offesa personale e il tentativo di delegittimazione di chi svolge il proprio dovere di informazione ai cittadini. La segreteria provinciale e regionale del Sugc auspicano che il sindaco riveda il suo atteggiamento e chieda scusa. Al collega Adriano Rescigno va intanto la piena solidarietà del sindacato, che sarà al suo fianco anche mettendo a disposizione il proprio ufficio legale”.

TAG