Cronaca

Cava de’ Tirreni, ospedale al collasso: sindacati in protesta

CAVA DE’ TIRRENI. “Se non risponderanno alle nostre richieste, occuperemo le stanze dei dirigenti dell’Azienda Ospedaliere ed Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona”. Sale la tensione tra i sindacalisti della Cisl, che nonostante la convocazione della dirigenza del Ruggi per giovedi prossimo, lanciano un nuovo ultimatum. “Avevamo proclamato lo stato di agitazione – spiega Gaetano Biondino, rappresentante della Cisl e coordinatore dell’area chirurgica del Santa Maria dell’Olmo – abbiamo ricevuto la convocazione per la settimana prossima ed abbiamo deciso di rinviarlo. Ma le nostre richieste restano immutat”.

Cava de’ Tirreni, ospedale al collasso: sindacati in protesta

Nella stessa giornata di ieri hanno lanciato un nuovo ultimatum: “Se le nostre richieste non saranno soddisfatte nell’immediato – continua Biondino – faranno bene a prendere i loro effetti personali dalle stanze della dirigenza perché procederemo con l’occupazione della dirigenza sanitaria ed amministrativa. Nell’elenco delle richieste spicca l’avvio delle procedure per il reclutamento di personale per far fronte alle emergenze estive, erogazione delle quote di produttività residue relative agli anni 2015 e 2016, uniformità di trattamento per quanto attiene alle divise e alla reperibilità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button