Cronaca

Cava de’ Tirreni, bufera sulle due pensioni d’invalidità dell’ex boss Bisogno: rischia il processo

Cava de’ Tirreni, bufera sulle due pensioni d’invalidità percepite dall’ex boss Bisogno che recentemente ha iniziato lo sciopero della fame e della sete. Ora il 73enne a capo del clan omonimo rischia un processo per truffa ai danni dello Stato.

Ex boss Bisogno, due pensioni d’invalidità

A chiedere il rinvio a giudizio è la Procura di Nocera Inferiore. Secondo le accuse, Bisogno avrebbe beneficiato di due pensioni di invalidità, pur essendo «perfettamente in grado di ottemperare autonomamente a tutte le attività quotidiane». I fatti che lo riguardano risalgono al 10 maggio 2018.

Le indagini

Stando alle indagini, il 73enne aveva ottenuto due pensioni di invalidità, una di accompagnamento per invalidità totale ed una di cieco parziale, riscuotendo anche i relativi emolumenti. Nel caso specifico, gli accrediti disposti dall’Inps ammontavano a 516 e 209 euro mensili.

Articoli correlati

Back to top button