Cava de’ Tirreni, voti in cambio di favori: Sorrentino parla dei rapporti tra Polichetti e Zullo

cava-de-tirreni-voti-favori-sorrentino

Cava de' Tirreni, voti in cambio di favori: il pentito parla dei rapporti tra Polichetti e Zullo. Per 4 ore è stato ascolta il collaboratore Sorrentino

Cava de’ Tirreni, voti in cambio di favori: il Sorrentino parla dei rapporti tra Polichetti e Zullo. Per oltre quattro ore è stato ascolta il collaboratore Giovanni Sorrentino.

Sorrentino: “Polichetti e Zullo si incontrarono per voti e favori”

Continua il processo in merito al presunto scambio di voti in cambio di favori a Cava de’ Tirreni che vedrebbe parte della politica locale coinvolta con il clan della camorra degli Zullo. Come riporta “Il Mattino”, giovedì il collaboratore di giustizia Giovanni Sorrentino, ha parlato dell’ex sindaco Polichetti e Dante Zullo.

«Ho accompagnato una sola volta Dante Zullo a chiedere voti. Andammo in un forno a Santa Lucia, disse di votare Enrico Polichetti.
Non vi fu alcuna intimidazione, c’era un clima di serenità»

«Dopo il primo incontro traDante Zullo, Polichetti e Antonio Santoriello – ha detto Sorrentino – nel 2015, alla scuderia la presenza di
Polichetti era fissa. Disse che se eletto, avrebbe rappresentato una presenza amica. Pensava ad una cooperativa per ex detenuti per
prendere appalti di ristrutturazione dal Comune. Dove serviva la manovalanza, dovevano starci loro. A Dante Zullo la cosa andava
bene».
Sorrentino ha poi aggiunto: «Non furono mai specificati i favori che Polichetti avrebbe dovuto fare se eletto. Non sapevo come venivano chiesti i voti per lui».

 

TAG