Cronaca

Cava, emergenza sicurezza: “Cava sarà una delle città più videosorvegliate”

CAVA DE’ TIRRENI. Ieri pomeriggio, nel corso della riunione della commissione consiliare Mobilità e Sicurezza, si è cercato di fare il punto della situazione sui recenti episodi di cronaca che si sono verificati.

“Scopo principale di questa riunione – ha spiegato il presidente della commissione, Enrico Farano, secondo quanto riporta Il Mattino – è quello di chiedere al Prefetto e al Questore maggior personale delle forze dell’ordine sul nostro territorio”.

I consiglieri di minoranza, Marco Galdi e Massimiliano Di Matteo, hanno pero’ criticato l’assenza alla riunione della commissione del sindaco Servalli.

“Su un tema così delicato – ha tuonato Galdi – è grave l’assenza dell’amministrazione.

A mio avviso questa commissione è stata inutile e quindi è necessaria la convocazione di una nuova riunione, a cui dovrà partecipare anche il primo cittadino”.

Giovanni Del Vecchio, inoltre, ha annunciato le prossime mosse che l’amministrazione intende mettere in atto per contrastare episodi di criminalità.

“In merito agli attentati dinamitardi c’è il massimo riserbo sulle indagini, mentre per quanto riguarda l’atto vandalico alle auto del sindaco e dell’assessore Senatore, la polizia sta lavorando sulle immagini di videosorveglianza.

Entro febbraio Cava de’ Tirreni – ha proseguito Del Vecchio – sarà una delle città più video sorvegliate d’Italia.

Infatti, saranno installati quattro street control fissi in altrettanti punti di accesso alla città e telecamere intelligenti. Inoltre, non appena saranno reperite altre risorse, saranno installate altre quindici telecamere, in particolar modo nelle zone periferiche».

Articoli correlati

Back to top button