Cronaca

Un miracolo di Natale a Cava, ha un malore mentre gioca al Bingo: salvato 70enne

Il salvataggio di Mario Benincasa, la vittima, è stata una delle esperienze più emozionanti

Un miracolo di Natale quello avvenuto a Cava de’ Tirreni la sera del 23 dicembre: un anziano ha un malore mentre gioca al Bingo, probabilmente un infarto che lo stava stroncando, per fortuna un’infermiera lo ha salvato. Il salvataggio di Mario Benincasa, la vittima, è stata una delle esperienze più emozionanti che né la donna né il 70enne scorderanno facilmente. Lo riporta il Mattino.

Cava, anziano ha un malore mentre gioca al Bingo: salvato

Un miracolo di Natale quello avvenuto a Cava de’ Tirreni la sera del 23 dicembre: un anziano mentre giocava al Bingo ha iniziato a sentirsi male, probabilmente a causa di un infarto che lo stava stroncando, per fortuna un’infermiera gli ha ridato speranza e lo ha salvato. Il salvataggio di Mario Benincasa, la vittima, è stata una delle esperienze più emozionanti che né la donna né il 70enne scorderanno facilmente.

La dinamica

Nella serata del 23 dicembre, Mario Benincasa, cavese Doc, era nella sala Bingo di Via Garibaldi mentre trascorreva qualche ora di svago. Intorno alle 22 alla centrale arriva una segnalazione proveniente proprio da quella sala. Il signore si era accasciato improvvisamente al suolo e il suo cuore aveva smesso di battere.

“Quando siamo giunti sul posto – spiega Giulia Visconti – per fortuna c’era già un medico che stava facendo il massaggio cardiaco e mi ha dato il consenso a fare l’adrenalina perché senza l’autorizzazione dei camici bianchi noi non possiamo farlo. Ho messo le placche, l’ossigeno e l’accesso venoso”. Quei secondi interminabili passavano e contava già un’altra vittima. “Abbiamo proceduto con le scariche elettriche: ben sette, ma non ci siamo fermati fino a quando non ho visto che il cuore ha ripreso a battere. C’erano frequenza e respiro. Ho chiamato io stessa la centrale e ho chiesto l’intervento di una medicalizzata. È arrivata da Salerno l’ambulanza dell’Humanitas che ha portato l’anziano all’ospedale Santa Maria dell’Olmo. Ormai le sue condizioni erano stabili”.

Articoli correlati

Back to top button