Cronaca

Cava: questione Palaeventi, deserta la gara per appaltare la gestione

CAVA DE’ TIRRENI. Deserta la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di riqualificazione per la gestione del Palaeventi.

Infatti, è stato l’ex assessore ai lavori pubblici della giunta Servalli, Enrico Bastolla, a puntare i riflettori sulla gara che non ha dato risultati in merito a uno dei progetti del programma elettorale dell’attuale esecutivo targato Servalli.

Il termine per la presentazione della domanda è scaduto il 23 luglio scorso, mentre, la presa d’atto della gara deserta, con tanto di determina è datata, invece, 7 agosto 2018.

Dal documento emerge che – come riporta il quotidiano La Città – «Entro il termine ultimo fissato per la presentazione delle offerte, al protocollo generale del Comune di Cava de’ Tirreni – Capofila della Centrale Unica di Committenza, non risultano pervenuti plichi contenenti le offerte». In sostanza: gara deserta.

Non si è fatto scappare l’occasione, quindi, l’ex assessore Bastolla per puntare il dito. «Nessun imprenditore, nessuna società, nessun pinco pallino ha messo nero su bianco, ovvero ha presentato offerte – ha commentato Bastolla – nonostante il sindaco avesse spostato anche i soldi del fondo Jessica (circa 4 milioni di euro), facente parte del piano “Più Europa”, dalla realizzazione della piazza e dei parcheggi a Piazza S. Francesco. Opera, quest’ultima, che se fosse partita, in base ai tempi previsti, sarebbe stata oggi quasi completata e forse inaugurata».

Non si è fatta attendere la risposta da Palazzo di Città. Ottimista, a riguardo, si è detto invece l’attuale assessore ai lavori pubblici, Nunzio Senatore, che ha fatto sapere che si sta già lavorando per indire nuova gara.

«Non ci aspettavamo nulla di diverso – ha ribattuto Senatore – il progetto Palaeventi è articolato e complesso. Un investimento non da poco. Imprenditori interessati ce ne sono e abbiamo avuto anche diversi confronti ma, semplicemente, hanno chiesto più tempo per valutare la possibilità di presentare manifestazione d’interesse. Presto provvederemo a bandire nuova gara che, stavolta, sicuramente non andrà deserta».

Articoli correlati

Back to top button