Cronaca

Picchiava il fratello per soldi e card del reddito di cittadinanza: 42enne di Cava de’ Tirreni patteggia

Aggressione al fratello per la card del reddito di cittadinanza. Un 42enne di Cava de’ Tirreni ha patteggiato una pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione dopo essere finito a giudizio su richiesta della Procura di Nocera Inferiore.

Aggressione al fratello per la card del reddito di cittadinanza

L’uomo – come riporta Il Mattino – è accusato di maltrattamenti, tentata estorsione e lesioni. Reati commessi a partire dalla fine del 2016. Secondo l’accusa l’imputato aggrediva con calci e pugni il fratello, danneggiando anche mobili ed altri oggetti, al fine di estorcergli soldi e la card del reddito di cittadinanza.

Soldi usati per sostanze stupefacenti

L’imputato, secondo le accuse, si faceva consegnare piccole somme di denaro con cui acquistava sostanze stupefacenti. In un’occasione – dopo aver ottenuto circa 200 euro – pretese dal fratello anche la card del reddito di cittadinanza, reclamandola con minacce e con un pugno che causò alla vittima la perdita di un dente.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button