Cava de’ Tirreni, problemi di sicurezza alla scuola Filangieri: la denuncia

scuola-filangieri-cava

Problemi di sicurezza alle strutture fatiscenti della scuola Filangieri di Cava de' Tirreni: arriva la denuncia dei docenti e dei sindacati Anief

Problemi di sicurezza alle strutture fatiscenti della scuola Filangieri di Cava de’ Tirreni: arriva la denuncia dei docenti e dei sindacati Anief.

Docenti e sindacati denunciato i problemi di sicurezza della scuola Filangieri

Classi pollaio, problemi legati alla sicurezza e strutture fatiscenti. Al “Gaetano Filangieri” la situazione è fortemente preoccupanti ed alunni, famiglie ed insegnanti con l’arrivo dell’anno scolastico 2019/20120 si augurano che qualcosa possa cambiare, nel frattempo la situazione in cui versa l’istituto superiore metelliano è arrivata sulla scrivania del ministro dell’istruzione.

Increscioso, incomprensibile, anacronistico, tutto ciò che si è registrato negli ultimi tre anni all’ istituto scolastico Iis “Gaetano Filangieri” di Cava de’ Tirreni: un calo significativo di iscrizioni di alunni per l’istituto, i quali preferiscono iscriversi presso istituti alberghieri dei comuni vicini tale da determinare un vero e proprio “crollo” in termini di percentuali che non trova riscontri negli analoghi istituti superiori della provincia di Salerno.

Tra le tante cause più volte denunciate, si evidenziano seri e gravi problemi legati alla sicurezza per le strutture fatiscenti dei vari plessi e dei laboratori, non sempre a norma, come si evince anche dalle relazioni del responsabile della sicurezza interna dell’istituto.

A tutto ciò si aggiunge una totale mancanza di trasparenza, di legalità e prevenzione che caratterizza in maniera fortemente negativa tutta la gestione organizzativo-amministrativa facente capo al dirigente dell’istituto Raffaela Luciano che in occasione di un chiarimento con un suo docente lo avrebbe anche colpito al volto con un registro, insomma una situazione esplosiva.

Il perpetrare di tale situazione di stallo e non messa a conoscenza delle attività e dei provvedimenti ha portato negli ultimi anni, alcuni docenti dell’istituto nonchè rappresentanti sindacali Anief a denunciare e ad intraprendere una strenua battaglia a difesa di tutto il personale scolastico, sia docente che ata e dell’intera utenza composta da centinaia di alunni iscritti e frequentanti i vari plessi dell’istituto di Cava de’ Tirreni e del Comune di Siano.

Tale ultima denuncia è stata recapitata a ben dieci enti, dalla procura di Nocera Inferiore al ministero dell’istruzione e della ricerca, dalla Corte dei Conti al comando provinciale dei Vigili del Fuoco, dall’Usr Campania, passando per l’assessore regionale all’istruzione, interessando finanche la deputata del Movimento 5 Stelle Villani Virginia, componente della VII commissione cultura alla Camera dei Deputati, che, in seguito ad un’ispezione presso l’istituto, ha denunciato con forza, attraverso i mass media, la situazione di notevole gravità e di pericolosità riscontrata sulla sicurezza, anche in relazione al sovraffollamento delle classi definendole vere e proprie “classi pollaio” rese ancor più inidonee all’insegnamento in quanto con la presenza di molti alunni disabili gravi non presentano tutti gli standard di sicurezza dovuti.

L’unica speranza dunque per le famiglie, corpo insegnante e personale ata è quello che approfittando del periodo estivo di vacanza possano essere effettuati i lavori necessari per rendere sicure classi e laboratori.

TAG