Cronaca

Cava de’ Tirreni, il ricordo di Simonetta Lamberti uccisa dalla criminalità 40 anni fa

L'obiettivo era il padre magistrato, che rimase ferito. Servalli ricorda il suo martirio

Cava de’ Tirreni, il ricordo di Simonetta Lamberti uccisa dalla criminalità 40 anni fa. Questa mattina il primo cittadino ha tenuto una piccola cerimonia in ricordo di una vittima di mafia.

Simonetta Lamberti, l’anniversario a Cava de’ Tirreni

Il Sindaco Vincenzo Servalli, la cugina e lo zio di Simonetta Lamberti, Agata e Alfredo Lamberti, hanno deposto un fascio di fiori ai piedi del monumento nel Parco Falcone e Borsellino di Viale Crispi in ricordo di Simonetta Lamberti. La ragazzina rimase uccisa in un attentato nei confronti del padre, magistrato, che rimase ferito.

Servalli ricorda il suo martirio

La nostra città non dimenticherà mai la piccola Simonetta, immolata sull’altare delle vittime della criminalità organizzata. Il nostro cuore è vicino alla madre Angela Procaccini, alla sorella Serena ed a tutti i familiari. Il suo ricordo e il suo martirio sono monito verso i giovani che devono essere l’argine contro la violenza di tutte le mafie e concorrere ad estirparle ha dichiarato il sindaco Vincenzo Servalli.

I presenti alla cerimonia

Alla cerimonia presenti il Presidente del Consiglio Adolfo Salsano, assessori, consiglieri comunali, il Vice questore Giuseppe Fedele, il Presidente dell’Associazione Liberi Avvocati Salernitani, Gennaro Iovino e il Presidente dell’Associazione Giornalisti Cava de’ Tirreni Costa d’Amalfi, Franco Romanelli.

Articoli correlati

Back to top button