Cavese, continua il mal di trasferta: con il Bari arriva un altro poker

Continua il mal di trasferta per i metelliani, che nostante il cambio in panchina, fino ad ora non hanno ancora raccolto punti in trasferta

Continua il mal di trasferta per i metelliani, che nostante il cambio in panchina, fino ad ora non hanno ancora raccolto punti in trasferta, ben 4 le sconfitte nelle prime uscite stagionali Reggio Calabria,Teramo (che costò la panchina a Moriero) e per due 4 a 0 contro il Catania e Bari quest’oggi.

Cavese, continua il mal di trasferta

Avversario non certo facile quello di oggi per Campilongo squalificato, al suo posto il vice Vanacore, con il Bari di Vivarini alla ricerca della prima vittoria davanti al suo pubblico. La Cavese priva ancora una volta degli acciaccati Lulli e Castagna a centrocampo,confermava nel 4-3-3 Bulevardi che aveva ben fatto nell’esordio contro l’Avellino, si rivedeva Russotto in avanti preferito allo spagnolo Sainz-Maza .In panchina l’ultimo arrivato Sandomenico. Il Bari di Vivarini si schierava con il 3-5-2, con il giovane Marfella confermato in porta e attacco formato da Simeri e Antenucci. La partita : dopo una conclusione ad inizio partita del capitano Favasuli , alto, il Bari si rende subito pericoloso al 9’, con Bisogno che compie un bell’ intervento salvando in corner su Perrotta che interviene in spaccata su sviluppi di un calcio piazzato di di Costa. Al 17’ arriva il primo gol sempre sugli sviluppi di un calcio di punizione di Costa, il capitano Di Cesare salta più in alto di Marzorati e batte con un preciso colpo di testa Bisogno. La Cavese rispondeva al 25’ con un bella verticalizzazione di Bulevardi per un pimpante Russotto che calciava alto da pozione defilata. I padroni di casa al 27’ trovano con l’ex capitano della Spal Antenucci sul filo del fuorigioco il raddoppio. Il primo tempo si concludeva con una sfortunata occasione di Matera che avrebbe meritato il gol, tiro dal limite di pregevole fattura di pochissimo fuori. Nella ripresa nonostante gli ingressi prima di Addessi e subito dopo di Sainz-Maza il copione non cambia, sono sempre i pugliesi ad essere più pericolosi al 49’ bel copo di testa di Antenucci che sfiorava la personale doppietta. Al 59’ arriva il 3 a 0 : grave errore del capitano Favasuli che azzarda un retropassaggio che viene intercettato da Costa che batteva in velocità Nunziante. Al 66’ gol fortunoso dei galletti con Sabbione che nel tentantivo di lanciare più lontano possibile il pallone in avanti beffava il giovane Bisogno dalla distanza per il 4 a 0. Partita finita con gli aquilotti che negli ultimi miuti, hanno cercato almeno il gol della bandiera che non arriverà, al 90’ De Rosa entrato al posto di un opaco Germinale calciava alto da buona posizione una punizione riflettendo la giornata no dei suoi. Domenica altra trasferta per la Cavese sul campo neutro di Vibo Valentia, contro il Rende che staziona insieme al Rieti nell’ultima pozione in classifica del girone.
Bari-Cavese 4-0: il tabellino
BARI (3-5-2): Marfella; Sabbione, Di Cesare(K), Perrotta; Costa (84′ Corsinelli), Bianco (76′ Awua), Hamlili, Scavone (64′ Schiavone), Berra (64′ Kupisz); Antenucci (76′ Neglia), Simeri.
A disp.: Liso, Frattali, Esposito, Cascione, Terrani, Floriano, Ferrari.
Allenatore: Vincenzo Vivarini
CAVESE (4-3-3): Bisogno; Matino, Rocchi, Marzorati, Nunziante (68′ Spaltro); Matera (51′ Sainz-Maza), Favasuli(K), Bulevardi; Di Roberto (46′ Addessi), Germinale (68′ De Rosa), Russotto.
A disp.: Kucich, D’Ignazio, Marzupio, Polito, Guadagno, Goh, El Ouazni.
Allenatore: Antonio Vanacore (squalificato Campilongo)
Arbitro: Luca Angelucci (Sez. AIA di Foligno) Assistenti: Claudio Barone (Roma 1) – Francesco Valente (Roma 2)
Marcatori: 17′ Di Cesare, 27′ Antenucci, 59′ Costa, 66′ Sabbione
Ammoniti: Favasuli, Matera, Sainz Maza (Cavese)
Recupero: 4’pt, 3’st
Spettatori: 11.053 (7806 abbonati, 3247 paganti di cui 560 ospiti)



 

TAG