Cetara, sequestrata piattaforma in cemento

L'azione della Guardia Costiera cetarese, finalizzata alla repressione degli abusi demaniali, ha portato al squestro di un'opera in cemento

CETARA. Il personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Cetara, all’esito dell’attività connessa alla vigilanza sul demanio marittimo, ha sottoposto a sequestro preventivo una piattaforma e relativo deposito in cemento dell’estensione di circa 100 mq. e realizzata abusivamente in località Lannio del Comune di Cetara.

I militari della Guardia Costiera di Cetara infatti, nel corso della attività istituzionale finalizzata ad accertare e reprimere abusi demaniali, hanno rilevato la permanenza dell’opera innanzi descritta, realizzata ed utilizzata ai fini turistico/ricreativi; le successive indagini hanno consentito di acclarare che, per la realizzazione della piattaforma, il titolare dell’attività non aveva richiesto i prescritti titoli abilitativi (concessione demaniale marittima, permesso a costruire e autorizzazione paesaggistica), realizzando l’intera opera abusivamente.

I sigilli sono stati apposti all’interno manufatto, realizzato in zona sottoposta a vincolo paesaggistico e dichiarata di notevole interesse pubblico, a seguito dell’emissione di Decreto di sequestro preventivo da parte del Tribunale di Salerno.

Il responsabile degli abusi è ora indagato per reati edilizi, paesaggistici e di abusiva occupazione di demanio marittimo. Dei fatti è stato informato anche il Comune di Cetara che dovrà procedere al successivo iter amministrativo finalizzato all’emissione dell’Ordinanza di ripristino e rimozione delle opere abusive.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG