Cgil: il postino non suona più due volte

SALERNO. Il postino suona sempre due volte, anzi no. Da giugno non suonerà neppure una volta: se va bene suonerà un giorno sì e l’altro no. Entro l’estate è infatti previsto l’avvio anche per la città di Salerno e la sua provincia del piano di riorganizzazione di Poste Italiane che prevede la consegna a giorni alternati. […]

SALERNO. Il postino suona sempre due volte, anzi no. Da giugno non suonerà neppure una volta: se va bene suonerà un giorno sì e l’altro no.

Entro l’estate è infatti previsto l’avvio anche per la città di Salerno e la sua provincia del piano di riorganizzazione di Poste Italiane che prevede la consegna a giorni alternati. Montagne di bollette e raccomandate sono destinate ad accumularsi nei depositi di Poste Italiane.

Questa almeno è la preoccupazione che ha avanzato la Cgil di Salerno in una conferenza stampa che si è svolta stamani presso la sede di via Manzo.

Per il sindacato tutto il piano va rivisto perché in base al nuovo modello ci saranno meno posti di lavoro e un servizio più scadente per i cittadini.

Fonte: tv oggi

TAG