Chiesa, ventisette incarichi e nuovi parroci per il nuovo anno pastorale. I nomi dei sacerdoti

monsignor moretti

L'arcivescovo Luigi Moretti, come ogni anno, ha annunciato i nuovi incarichi per il prossimo anno pastorale, che avrà inizio a settembre.

SALERNO. L’arcivescovo Luigi Moretti, come ogni anno, ha annunciato i nuovi incarichi per il prossimo anno pastorale, che avrà inizio a settembre. Ventisette le nomine pubblicate ieri, undici quelle che riguardano i vicari foranei, il cui mandato triennale era in scadenza.

Cos’è la forania?

Secondo il Codice di Diritto Canonico (Can. 374) diverse parrocchie confinanti e raggruppate in distretti più ampi sono chiamati vicariati foranei o decanati.
Ad essi è preposto un vicario foraneo, decano o arciprete nominato dal Vescovo diocesano. Il suo ruolo è di coordinare l’attività pastorale, curare che i chierici del vicariato adempiano i loro doveri e possano condurre una vita degna ricevendo l’assistenza spirituale e materiale necessaria, vigilare sul decoro della liturgia e il buon ordine dell’amministrazione ecclesiastica.

I nomi dei sacerdoti

L’arcivescovo ha confermato nel ruolo molti dei suoi vicari, a cominciare dal padre dottrinario Franco Mangili, cui è affidata la zona di Salerno ovest, e da don Gaetano Landi che continuerà a seguire Salerno est.
Rinnovato anche il mandato di don Carlo Magna, nel territorio di Campagna-Colliano; del padre francescano Enrico Agovino per Baronissi-Calvanico-Pellezzano; di don Flavio Manzo per San Cipriano Picentino-Giffoni; di don Julian Rumbold per Montecorvino-Pontecagnano-Acerno; di monsignor Mario Pierro per Montoro-Solofra.

I nuovi vicari

I nuovi vicari sono, invece, don Daniele Peron per Eboli, don Paolo Castaldi per BattipagliaOlevano sul Tusciano, don Michele Di Martino per Mercato San SeverinoSianoBraciglianoCastel San Giorgio, don Angelomaria Adesso per BuccinoCaggiano.

I nuovi parroci in provincia

Cambiano anche alcuni parroci in provincia. Don Marco De Simone è la nuova guida dell’Unità pastorale che unisce tre comunità di Olevano sul Tusciano: San Leone Magno, nella frazione di Ariano; Santa Maria a corte, a Monticelli; Santi Lucia ed Eusterio a Salitto.
Don Pasquale Iannone è il nuovo parroco di Santa Maria degli angeli, ad Acerno; don Francesco Massa dei Santi Nicola e Matteo, a San Mango Piemonte; don Egidio Genovese dei Santi Fortunato e Magno in Sant’Anna, a Pandola di Mercato San Severino; padre Roberto Ante, religioso dei Missionari del Sacro Cuore di Gesù, del Santissimo Corpo di Cristo, a Pontecagnano; don Vincenzo Ruggiero di San Pietro apostolo a Ricigliano; don Angelomaria Adesso dell’Unità pastorale di Buccino, cui unisce anche l’incarico di rettore del Santuario di Maria Santissima Immacolata, nello stesso comune, e di amministratore di Maria Santissima del Rosario, a Romagnano al Monte.
Cambiano anche i parroci di Montoro, uno dei due comuni diocesani, che non appartengono alla provincia di Salerno. Don Vincenzo Serpe guiderà le comunità di San Pietro a Resicco e dei Santi Eustachio e Antonio Abate, mentre don Enrico Pagano quella di San Giovanni Battista e San Nicola da Tolentino, nella frazione di Piano. Don Raffaele Pragliola sarà amministratore della parrocchia del Santissimo Salvatore e di Sant’Andrea apostolo, a Gauro di Montecorvino Rovella, e don Antonio Romano, già parroco a Fisciano, sarà vicario nella comunità di Santa Maria a Mare, nel quartiere Mercatello, a Salerno.

In carica da settembre

Tutti i sacerdoti nominati entreranno in carica dall’1 settembre. Solo don Antonio Piterro, parroco della Madonna di Pompei e di Santa Croce, a Palomonte, farà ingresso nella sua nuova comunità dal 23 settembre. Infine, don Giuseppe Iannone è il nuovo prefetto agli studi dell’Istituto teologico salernitano, annesso al Seminario metropolitano Giovanni Paolo II, mentre a don Francesco Guida è stato affidato il ruolo di padre spirituale dei seminaristi.

TAG