Cronaca

Chiusura definitiva per il carcere di Sala Consilina

La casa circondariale di Sala Consilina chiude perché “non soddisfa esigenze di sicurezza allo Stato né ha dimensioni tali da consentirvi l’allocazione di un numero cospicuo di detenuti”. A stabilirlo, come riportato da Ondanews, il Consiglio di Stato, che ha accolto il ricorso del Ministero della Giustizia mettendo il punto su una vicenda cominciata nel 2016.

In tale anno, infatti, una sentenza del Tar di Salerno accolse il ricorso presentato dal Comune di Sala Consilina, annullando il decreto ministeriale risalente al 27 ottobre 2015 che aveva disposto la chiusura del carcere. Una decisione, quella del Tribunale amministrativo, che fu dettata da due ragioni fondamentali: la possibilità di aver violato il principio fondamentale della territorialità dell’esecuzione penale e l’effettiva assenza di un altro carcere sul territorio.

Oggi la decisione definitiva del Consiglio di Stato di chiudere la struttura: “La spesa per rimetterla in funzione in modo corretto sarebbe abnorme – recita la sentenza –   e l’ordinario esercizio della stessa imporrebbe che vi fossero destinate risorse, personale e mezzi tali da rendere non solo anti economico, ma addirittura nocivo per gli interessi generali”.

Articoli correlati

Back to top button