Cronaca

Camerota, respinto il ricorso de “Il Ciclope”: la discoteca resta chiusa

Confermata la chiusura de Il Cicolpe. Il Tar Campania infatti ha respinto il ricorso della società che gestiva la discoteca. I gestori chiedevano l’annullamento della revoca della concessione e dell’autorizzazione ad occupare l’area del parcheggio adiacente il locale della costiera cilentana, sito in località Mingardo. I giudici, però, hanno ritenuto di respingere la richiesta.

Chiusura Il Ciclope

Il Comune di Camerota aveva deciso di revocare il contratto di concessione della cosiddetta grotta Caprara. Si tratta di un’area di oltre cinquemila metri quadrati scavata nella roccia davanti alla spiaggia del Mingardo, dove era sita la discoteca.

La tragedia

La decisione del Comune arrivò in seguito alla tragica morte di Crescenzo Della Ragione, 27enne napoletano deceduto nella notte dell’11 agosto 2015 proprio all’interno della discoteca. A causarne il decesso fu il crollo di un grosso masso.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button