Ci lascia Hugh Hefner, gli States dicono addio a mr. Playboy che spogliò Marylin

L’uomo che scoprì la donna più bella del mondo è deceduto ieri all’età di 91 anni, si tratta di un personaggio storico, di una leggenda del porno patinato che ai tempi era definito “scandalo”. Stando a quanto racconta il quotidiano “La Repubblica”, si tratta del celebre Hugh Hefner, un dinosauro della pornografia che riuscì ad essere il pioniere di un genere, un distruttore degli inviolabili tabù americani ed internazionali dell’epoca.

Adesso, il riesumatore del proto-femminismo occidentale riposerà accanto al suo angelo Marylin Monroe, una delle “conigliette” più leggiadre e sensuali che il mondo abbia mai avuto. Al mondo piace immaginarli così seduti in un lussuoso studio a sorseggiare le loro bevande preferite, pronti a tessere le trame di una innovazione finalizzata a riscaldare i cuori dei fan e delle nuove generazioni.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

8 Comments

  1. Do you mind if I quote a few of your articles as long as I provide credit and
    sources back to your site? My website is in the exact same area of interest as yours and my
    visitors would really benefit from some of the information you
    present here. Please let me know if this alright with
    you. Many thanks!

  2. Hello There. I found your blog using msn. This is a really well written article. I’ll be sure to bookmark it and come back to read more of your useful information. Thanks for the post. I will certainly comeback. energylandia

  3. If some one needs expert view on the topic
    of blogging and site-building after that i advise him/her to pay a visit this webpage, Keep up the pleasant work.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button