Cronaca

Cilento: "benvenuti al parco", ma accanto ad una discarica

ROFRANO. Scandalo nel Cilento, dove un cartello segnala “benvenuti al Parco Nazionale” dove evoca un luogo dalla natura protetta, tuttavia, a qualche metro, vi sono una miriade di rifiuti abbandonati. Il caso è giunto all’attivista del WWF, Paolo Abbate, che è andato su tutte le furie. Il fatto è stato registrato presso l’isola ecologica di Rofrano. Nonostante quei cartelli e nonostante quelli che dichiarano specificatamente: “divieto di depositare rifiuti”, all’interno di un fosso (dove per altro scorre il ruscelletto che si riunisce al Mingardo) vi è immondizia a secchiate.

«Eppure quell’isola ecologica, se bene ricordo, fu sequestrata qualche anno fa- si evince dalle dichiarazioni di Paolo Abbate-  e vi fu un processo dove fui chiamato come testimone e addirittura citato come parte lesa». La situazione è a dir poco critica, le foto parlano da se e lasciano agli osservatori, un totale sconcerto.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button