Cilento, il Natale sulla vetta più alta

Si parte dalla costa di Palinuro con delle navette poi, una volta giunti a Monte San Giacomo, si prosegue a piedi fino al rifugio Rosalia, a 1587 metri di altezza

PIAGGINE. Trascorrere il Natale in un rifugio sulla vetta più alta della Campania, osservare le stelle e aspettare l’alba in quota. Un’ emozione unica sul monte Cervati, nel Cilento, dove per tutto il periodo natalizio verranno effettuate escursione notturne.

L’escursione

Si parte dalla costa di Palinuro con delle navette – riporta la Repubblica – poi, una volta giunti a Monte San Giacomo, si prosegue a piedi fino al rifugio Rosalia, a 1587 metri di altezza. Una struttura in pietra, risalente agli inizi del ‘900, a ridosso di un bosco di faggi secolari dove spesso fanno capolino i cervi durante il giorno e le volpi durante la notte. All’interno una lunga tavola in legno ed un grosso caminetto.

Qui sarà possibile rifocillarsi con formaggi locali e ottimo vino cilentano. Assolutamente da assaggiare il caciocavallo impiccato sciolto sulla brace. Una vera e propria specialità del rifugio. E poi acqua ghiacciata prelevata direttamente dalla sorgente ed energia elettrica alimentata da un generatore a benzina.

Chi vorrà potrà osservare le stelle all’aria aperta, camminare con le ciaspole e arrampicarsi sul ghiaccio. Ma non mancano anche le occasioni di divertimento per gli appassionati dello slittino, che potranno provare l’euforia della velocità e del contatto con la neve nello spazio adiacente il rifugio.

Prenotazioni

Naturalmente è necessario prenotare. Le escursioni sono organizzate da un’associazione di giovani di Palinuro. Per maggiori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori sulla pagina facebook travel in cilento. Per maggiori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori sulla pagina facebook travel in cilento o telefonicamente al 3471946294.

(FOTO la Repubblica)

 

 

TAG