Cronaca

Convinto del tradimento della moglie, nasconde cimici e microfoni in casa: 50enne condannato

Cimici in casa per spiare la moglie, nei guai 50enne di Sarno: era convinto che la consorte avesse una relazione extraconiugale

Aveva installato delle cimici in casa per spiare la moglie, vittima di maltrattamenti ed offese quotidiane. Ecco perché un 50enne residente a Sarno è stato condannato dalla Corte d’Appello di Salerno ad un anno e 2 mesi di reclusione come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Cimici in casa per spiare la moglie, 50enne di Sarno nei guai

Stando alle accuse, l’imputato avrebbe aggredito la donna più volte perché convinto che la consorte avesse una relazione extraconiugale. La donna era così vittima di offese e minacce quotidiane. Una gelosia così forte da spingere l’uomo a piazzare microfoni e cimici in casa, anche in bagno, per spiare la donna.

Articoli correlati

Back to top button