Cronaca

Omicidio Palmieri, oggi l’autopsia di Ciro: si indaga su immagini e rapporti in famiglia

Ciro Palmieri ucciso a Giffoni: oggi l'autopsia sul panettiere 43enne. Il primo a parlare con il pm potrebbe essere Massimiliano

Si terrà oggi, mercoledì 24 agosto, l’autopsia sul corpo di Ciro Palmieri, il panettiere di Giffoni Valle Piana ucciso da moglie e due dei quattro figli. L’autopsia consentirà di avere un quadro ancora più chiaro del delitto consumatosi in casa Palmieri mentre i tre indagati restano in carcere come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Ciro Palmieri ucciso a Giffoni: oggi l’autopsia

Intanto, il primo a parlare con il pubblico ministero potrebbe essere Massimiliano, il figlio maggiore, seguendo a ruota il fratello minore 15enne. I due figli di Palmieri, e la moglie Monica Milite, devono rispondere dell’accusa di omicidio aggravato dalla crudeltà e occultamento di cadavere. Le posizioni degli indagati presenterebbero delle incompatibilità tra loro, ecco perché non è da escludere che qualcuno di loro si possa trincerare dietro un silenzio di ferro.

Stando a quanto è emerso nelle scorse ore, si sarebbe trattato di omicidio volontario caratterizzato dal dolo d’impeto, dunque un delitto legato ad una reazione che potrebbe rappresentare un’attenuante. Una tesi sostenuta dal fatto che nessuno dei tre indagati si sarebbe preoccupato di eliminare o tentare di eliminare le registrazioni delle telecamere di video-sorveglianza di casa.

Le indagini e le chat

carabinieri, nelle scorse ore, hanno sequestrato lo smartphone di Cairo Palmieri. I militari controlleranno le chat e i messaggi che sarebbero presenti nello smartphone per ricostruire gli ultimi giorni di vita di Palmieri e acquisire eventuali particolari riguardanti i rapporti tra Palmieri la moglie ed i figli che erano burrascosi.

Articoli correlati

Back to top button