CronacaPoliticaSpeciale elezioni

Comizio "Noi Con Salvini" a Battipaglia: le dichiarazioni di Marchetta e Salvini

BATTIPAGLIA. Oggi pomeriggio si è tenuto il comizio pubblico di Guglielmo Marchetta, candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative a Battipaglia. Per l’occasione è stato invitato l’ex leader della Lega NordMatteo Salvini. Un’accoglienza poco felice per l’esponente politico che è stato contestato fortemente dai cittadini battipagliesi. Prima del suo arrivo, il palco era stato riempito di letame (LEGGI QUI).

Marchetta ha aperto il comizio, presentando alcuni dei suoi candidati consiglieri ed affermando che «vogliamo risanare il Comune di Battipaglia dal debito, ripulire la litoranea dal degrado, dare una mano a tante famiglie senza lavoro. Qui ci sono tanti soggetti malavitosi e i furti sono in aumento. Ma la vera Battipaglia è un’altra ed è fatta da gente onesta e laboriosa». Salvini, che ha sventolato dal palco una maglietta con la scritta “Battipaglia”, è stato accolto da contestazioni e striscioni polemici. Ma anche dall’entusiasmo di circa 300 persone giunte da Napoli, Salerno, Olevano sul Tusciano, Eboli, Pontecagnano. «Il voto a Noi con Salvini significa dare un voto prima agli italiani – ha detto Salvini – non pensiamo alla gente che contesta perché non ha niente di meglio da fare. Qui, a Battipaglia, vengono prima i battipagliesi.

Noi abbiamo candidato persone nuove, pulite, oneste. Forse questo infastidisce qualche compagno. Sono cinque zecche che non fanno paura». Sul posto circa 50 persone, tra carabinieri e polizia (anche la squadra mobile di Napoli). Diversi i momenti di tensione. Nel corso del comizio, il vicequestore di Battipaglia Antonio Maione ha avuto un battibecco con un cronista di una testata locale. In rete è stato diffuso anche il video (QUI). Salvini ha anche chiuso con una battuta su Vincenzo De Luca: «il suo operato lo facciamo giudicare a Crozza. In Campania ci sono troppe facce vecchie».

[Best_Wordpress_Gallery id=”213″ gal_title=”Battipaglia Salvini”]

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button