Politica

Compostaggio a Battipaglia, Bruno Contro Cirielli: "dovrebbe interrogare se stesso"

BATTIPAGLIA. La vicenda dell’impianto di compostaggio allo Stir continua a produrre parole, dichiarazioni, polemiche, comunicati stampa e fiumi di inchiostro. A parlare, stavolta, è Davide Bruno, segretario cittadino del Pd.

“Si sta creando un problema immane ad un’intera comunità e si gioca a strumentalizzare per cercare di raggranellare qualche consenso – scrive Bruno – Dobbiamo avere il coraggio di dire la verità, non si gioca a dare il cerino acceso a chi viene dopo, l’onorevole Edmondo Cirielli dovrebbe fare un’interrogazione a se stesso. Parla di discarica, ma proprio Cirielli da presidente della provincia nel 2010 voleva insediare una discarica provinciale a Battipaglia. Fino a poco tempo fa lo Stir era gestito da Fratelli d ‘italia.

La società che gestisce l’impianto ha un caos amministrativo e un’esposizione debitoria di 3,5 milioni di euro. Il presidente della passata gestione è stato rimosso 5 mesi fa e ancora sono in corso gli opportuni cambiamenti nella gestione dell’impianto. L’impianto di Battipaglia sembra non aver ricevuto manutenzione negli ultimi anni.Scenario impietoso fornito dall’Arpac : negli scrubber, le apparecchiature che abbattono le polveri e le sostanze microinquinanti, ci sono evidenti rotture, con conseguenti perdite di gas non depurati.

E poi il materiale filtrante usurato e gli infissi aperti, danni alle tubazioni. Alcuni portelloni sono divelti, danneggiati pure dalle fosse piene fino all’orlo, e quello a chiusura rapida danneggiato.

Allora, noi da due anni abbiamo posto il problema della concentrazione eccesiva a Battipaglia di impianti pubblici e privati che trattano rifiuti, che è necessario un controllo costante con enti e associazioni ambientaliste ma soprattutto di chiudere il ciclo dei rifiuti nella gestione pubblica a garanzia della legalità. Ora con responsabilità, non come gli altri, si adeguerà l’impianto Stir alle prescrizioni di legge”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button