Cronaca

Compostaggio: sindaci della Piana del Sele a confronto con la Regione

La Commissione Ambiente della Regione Campania ha convocato i sindaci della Piana del Sele per discutere del Ciclo Integrato dei Rifiuti.

Assieme alla sindaca di Battipaglia sono stati convocati i sindaci di Altavilla Silentina, Albanella, Bellizzi, Campagna, Capaccio-Paestum, Eboli, Montecorvino Pugliano, Pontecagnano Faiano e Serre.

L’incontro è stato convocato per giovedì 30 novembre 2017 alle ore 15 a Napoli.

Si tratta di una prima risposta, che ci si augura non resti isolata, dal presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca alla grande manifestazione di protesta che ha visto scendere in piazza oltre 10mila persone lo scorso 23 novembre.

«Ci fa piacere che il presidente De Luca abbia capito che la nostra protesta deve trovare uno sbocco sui tavoli istituzionali – afferma la sindaca Cecilia Francese -.

Siamo pronti a discutere e a fare “squadra” con gli altri sindaci della Piana del Sele per superare le indicazioni della Regione contenuti nel Piano Rifiuti.

Dobbiamo far comprendere che questa politica è profondamente sbagliata e tende a penalizzare l’intero territorio della Piana del Sele.

Le nostre proposte sono chiare.

Noi non siamo contro il compostaggio, ma siamo contrari ai mega impianti.

Noi l’impianto di compostaggio l’abbiamo già.

È quello di Eboli, che ha una capacità di lavorazione di 20 mila tonnellate annue, ossia sufficiente per l’intera Piana del Sele.

Sia tarato per raccogliere quella produzione.

Si metta a norma l’impianto di compostaggio di Eboli, lo si metta in condizione di non creare problemi alla nostra comunità con una gestione affidata ad un consorzio fra comuni.

Si metta a norma l’impianto ex STIR di Battipaglia e anche qua se ne affidi la gestione al Comune che lo ospita.

Si mettano sotto controllo gli impianti privati che operano sul nostro territorio e quelli che non sono a norma vengano chiusi.

Si provveda alla bonifica delle discariche di Castelluccio e di Grataglie.

Si realizzi uno svincolo autostradale dedicato che consenta ai camion diretti verso l’ex STIR di Battipaglia o verso l’impianto di compostaggio di Eboli, di non attraversare le vie cittadine.

Questo è quello che porteremo, assieme agli altri sindaci, all’attenzione della Commissione Ambiente della Regione Campania e del Presidente De Luca».

Intanto, proprio in vista dell’audizione di giovedì 30 novembre, la sindaca di Battipaglia ha convocato, in via d’urgenza, una riunione operativa con i sindaci interessati per domani mattina, 29 novembre 2017, alle ore 11 presso il Comune di Battipaglia.

Articoli correlati

Back to top button