Salerno, resistenza a pubblico ufficiale: arriva la condanna per l’ex consigliere Fezza

Condanna-vilma-fezza-avvocato-salerno

Condanna a quattro mesi per Vilma Fezza: fu inseguita dai carabinieri dop che questi l'avevano fermata per un controllo stradale

Arriva la condanna per Vilma Fezza, accusata di resistenza al pubblico ufficiale. La nota avvocatessa salernitana è stata condannata a quattro mesi di reclusione dal giudice monocratico, dottoressa Pasqualina Caiazza al termine del processo di primo grado.

La condanna per Vilma Fezza

Vilma Fezza è accusata di resistenza al pubblico ufficiale per quanto accaduto l’11 settembre del 2013. La donna fu fermata da due carabinieri per un normale controllo in pieno centro cittadino. I militari dell’Arma notarono l’avvocatessa al telefono cellulare mentre era alla guida.

I fatti

Scattò l’alt ma la donna, dopo essersi fermata, riferì di andare di fretta perché doveva andare dal mobiliere e ripartì ad alta velocità come racconta Il Mattino.

La professionista, inoltre, è stata condannata al risarcimento dei danni, da stabilirsi in separata sede, a carico dei due militari che si sono costituiti parte civile.

Secondo la tesi portata avanti dall’avvocato che tutela i due militari ed accolta dal giudice, la Fezza con il suo atteggiamento “ha esposto i militari ad un rischio ulteriore determinato dalla necessità di inseguire il veicolo condotto con guida oltremodo pericolosa dall’imputata”.

TAG